Cittadinanza. Come si paga il contributo di 200 €

Il versamento è obbligatorio. La ricevuta va scannerizzata e allegata al modulo informatico della presentazione online della domanda

Da qualche anno, chiedere la cittadinanza italiana è diventato più facile, ma senza sconti. Tutti gli aspiranti cittadini sono infatti comunque costretti a pagare 200 euro a testa.

La legge parla chiaro, “le istanze o dichiarazioni di elezione, acquisto, riacquisto, rinuncia o concessione della cittadinanza sono soggette al  pagamento di un contributo di importo pari a 200 euro”.

Il versamento va effettuato prima di presentare la domanda, sul conto corrente postale 809020 intestato al Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del ministero dell’Interno. Il bollettino postale da utilizzare dovrebbe essere disponibile presso tutti gli uffici postali o comunque presso quelli che offrono i servizi “Sportello Amico”.

Effettuato il versamento, bisogna scannerizzare la ricevuta del bollettino, per poi allegare il file al modulo informatico della domanda, insieme a quelli del certificato di nascita, del certificato penale e del documento di riconoscimento.

Attenzione! Nel caso di bocciatura della domanda, i 200 € non verranno rimborsati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *